Ue/non Ue: gli spumanti di Perlage sono biologici, vegani e “responsabili”

La Qualità che fa rima con Responsabilità Sociale d'Impresa

Molti avranno notato che sulla capsula di alcuni dei nostri spumanti biologici e vegani la dicitura ‘Agricoltura UE/NON UE’ accompagna la bandierina bio.
Questa dicitura non riguarda la provenienza delle uve perché per la produzione degli spumanti e dei vini biologici e vegani utilizziamo solo uve di origine italiana.

‘Agricoltura UE/NON UE’ riguarda invece una fase di produzione in cantina. Gli spumanti per diventare tali sono lavorati secondo il metodo Martinotti (Charmat) che prevede la fermentazione in autoclave. Al momento del carico del vino base nelle autoclavi, oltre ai lieviti è prevista l’aggiunta di una minima quantità di zucchero che serve per innescare il processo di fermentazione che trasforma gli zuccheri in alcool e anidride carbonica naturale. È cosi che il vino si trasforma in spumante.

La dicitura è stata introdotta perché Perlage utilizza per i propri spumanti biologici lo zucchero di canna bio che l’Impresa Sociale Altromercato importa da paesi Extra Ue, in tal caso dalla Thailandia.

Altromercato da sempre promuove un commercio equo e solidale che garantisce il giusto prezzo ai piccoli produttori di canna da zucchero.

Perlage dal 2019 è diventata ufficialmente Società Benefit (dopo essersi certificata B Corp nel 2016). Valori come trasparenza, sostenibilità sociale e ambientale, inclusività e promozione di stili di vita più responsabili e salutari, fanno ora parte del nostro statuto societario. Perlage attraverso la collaborazione con Altromercato, desidera promuovere e incentivare forme di sviluppo economico più eque, responsabili e sostenibili.

Il nostro sito Web usa i cookie per migliorare l'esperienza online, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

OK, PROSEGUI PIÙ INFO