16 Luglio 2018 Consigli e Info / Curiosità / Tutti

Il vino ti fa bella! Benefici anche per la pelle

Il vino può donare benefici anche se applicato sulla pelle, grazie alla “vinoterapia”. L’interesse dei consumatori nei confronti di queste tecniche è sempre di più in crescita, i quali, affascinati dalle incredibili proprietà benefiche, richiedono questi trattamenti in alcune delle più esclusive SPA.

La vinoterapia è una tecnica abbastanza recente, nata nel 1999 a Bordeaux in Francia, dove si è scoperto che il vino e l’uva hanno proprietà antibatteriche, emollienti ed antirughe. Queste caratteristiche derivano dal fatto che l’acino, i vinaccioli e il vino, sono ricchi di proprietà antiossidanti e anti-age che grazie alla fermentazione rilasciano fitoalessine, bioflavonoidi e polifenoli. Tutti questi elementi sono in grado di combattere i radicali liberi e stimolare la sintesi del collagene, favorendo il ricambio cellulare, rendendo quindi la pelle più elastica e luminosa. Benefici si hanno anche per quanto riguarda la funzionalità del microcircolo, andando a combattere problemi di ritenzione idrica e facilitando la circolazione sanguigna.

Bucce, semi e raspi sono utilizzati per ottenere creme e trattamenti all’avanguardia. Dalle uve al vino nulla è escluso in cosmetica, tutto viene utilizzato per creare creme di bellezza e prodotti antiossidanti e che aiutino a combattere l’invecchiamento della pelle.

In questo modo si ottengono cosmetici che provengono dal mondo vegetale e quindi contengono meno sostanze chimiche che rischiano di danneggiare la nostra pelle. È sempre preferibile scegliere prodotti biologici anche in fatto di bellezza.

Per iniziare con una vinoterapia base e verificare le sue proprietà benefiche si può ottenere una crema di bellezza per il viso fai da te mescolando questi ingredienti:

  • 1 vasetto di yogurt bianco naturale
  • 2 cucchiai di miele biologico
  • 4-5 cucchiai di vino rosso biologico

In alternativa suggeriamo uno scrub con zucchero di canna, limone e vino rosso bio.

Ti potrebbe interessare anche:

31 Ottobre 2019

Consigli e Info / Curiosità

Dry, Extra Dry, Brut ed Extra Brut oppure Millesimato? Sono alcuni termini da conoscere per destreggiarsi nell’universo del Prosecco.

17 Luglio 2019

Curiosità / Sostenibilità

Il marketing sociale per le aziende sostenibili

1 Luglio 2019

Consigli e Info / Curiosità

Qual è la differenza tra Prosecco DOC e DOCG?

Il nostro sito Web usa i cookie per migliorare l'esperienza online, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

OK, PROSEGUI PIÙ INFO